seguici su

Media partner:

Periodico web e cartaceo dell'Artigianato, del Commercio e della Piccola Industria

marzo-aprile 2018

Fondato nel 1946

Aggregazioni dei mestieri

«Un giorno, tutto questo»; la Francia sarà il paese ospite; trip back sul ’68 e su Aldo Moro

Il Salone del libro svela il tema del 2018

CNA Editoria punta su Gigi Meroni e ospiterà quindici piccole case editrici da tutta Italia

Sarà il Salone del libro della riconciliazione tra editori indipendenti e grandi case editrici, ma anche dei Premi Oscar e dei grandi ospiti della letteratura internazionale, dei libri per ragazzi e della memoria per ciò che il ‘68 ha rappresentato per intere generazioni di scrittori e di lettori, a 50 anni da quel maggio francese che portò ufficialmente in Europa i fermenti politici e sociali di un’intera epoca, senza però dimenticare i 40 anni dall’agguato di via Fani in cui perse la vita lo statista Aldo Moro. Proprio la Francia sarà il paese ospite di questa edizione del Salone, la numero 31, che si svolgerà dal 10 al 14 maggio prossimi, di cui sono stati svelati in anteprima assoluta alcuni contenuti durante la conferenza stampa di lancio, il 27 febbraio scorso alla Mole Antonelliana, in segno di «fratellanza» - come ha voluto sottolineare la Presidente del Museo del Cinema, Laura Milani - tra i libri e la Settima arte. Per dirla con le parole di Massimo Bray, Presidente della Cabina di regia del Salone, quella di quest’anno «sarà una ricchissima edizione», di contenuti, di valori, di donne e di uomini, per un rinnovato impegno per consolidare la storia di questa manifestazione che il Direttore editoriale Nicola Lagioia definisce «patrimonio culturale nazionale», «biglietto da visita dell’editoria italiana nel mondo».

 

Un’edizione che invita più di altre alla riflessione sui grandi temi della vita e sul futuro che ci attende con un tema emblematico: «Un giorno, tutto questo». Cinque grandi personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo (Alessandro Baricco, Roberto Saviano, Dori Ghezzi, Christian Greco e Michele Murgia) pongono ai visitatori cinque domande sulla contemporaneità per interrogarli sul mondo che ci aspetta e chiedere se, in fondo, noi tutti abbiamo imboccato la strada giusta: Chi voglio essere? Perché mi serve un nemico? A chi appartiene il mondo? Dove mi portano spiritualità e scienza? Che cosa voglio dall’arte: libertà o rivoluzione? Un tema efficacemente riassunto nel nuovo manifesto di Emanuele Fior, noto disegnatore e graphic novelist, il secondo dell’era Bray. Tra i grandi ospiti di questa edizione del Salone ci saranno anche personaggi pluripremiati del mondo del cinema come Bernardo Bertolucci, Luca Guadagnini e Giuseppe Tornatore - che presenterà un libro per la Sellerio - e dello spettacolo come Dori Ghezzi che presenterà un libro su Fabrizio De André.

 

Molte le collaborazioni e i partenariati. Il Salone Internazionale del Libro ha stretto una collaborazione con la Buchmesse di Francoforte ed ha rinnovato quella con il «Bologna Children’d Book Fair» - il più grande salone di letteratura per ragazzi del mondo - il Lucca Comics & Games e il Premio Mondello che porterà a Torino la nota scrittrice tedesca Herta Müller, mentre il Premio Strega terrà per la prima volta a Torino il suo premio europeo di letteratura. Da ultimo, Bray non ha nascosto «la difficile situazione» in cui si sta lavorando quest’anno: «Non sono stati mesi facili» ha dichiarato il Presidente. «Si è preso atto che la Fondazione non aveva la forza di dare continuità a questo grande evento». Il peggio sembra però ormai alle spalle e il Salone si prepara per l’ennesima volta al confronto con il pubblico e con gli editori, senza trascurare nessun dettaglio e con la ferma volontà di fare sempre meglio.

 

CNA Editoria protagonista al Salone del libro di Torino. Per il sesto anno consecutivo CNA Editoria sarà presente con una collettiva di editori indipendenti provenienti da tutta Italia che sotto la guida del nuovo coordinatore nazionale di CNA Editoria, Simone Merlino, rilancia la propria visibilità e l’azione di servizio verso i piccoli editori. Sono quindici le case editrici «tascabili» ospitate quest’anno dalla CNA. Provengono da Torino, Genova, Como, Livorno, Novara, Firenze, Roma, Ravenna, Ancona, Asti. E’ prevista anche l’esposizione su manichino di un abito della sartoria novarese Umberto Michele Perrera dedicato a Gigi Meroni e del primo «Trattato di sartoria» italiana, di cui è autore ed editore, pensato per la formazione delle nuove generazioni. Il cioccolatiere Ballesio Cioccolato proporrà, invece, una esposizione e degustazione di pralineria, frutto della maestria dell’arte dolciaria piemontese. A sei anni dal suo debutto, proprio al Salone del libro di Torino, CNA Editoria può oggi contare su oltre 500 piccoli editori associati in tutta Italia (al.st).

Il manifesto di Emanuele Fior del Salone

del libro di Torino che si svolgerà

dal 10 al 14 maggio

Cookie Policy - CNA Editrice Srl, via Millio 26 - 10141 Torino | P.iva 07651210010 | Scrivi alla redazione  editrice@corriereartigiano.it