seguici su

Periodico web e cartaceo dell'Artigianato, del Commercio e della Piccola Industria

Settembre-ottobre 2019

Fondato nel 1946

Aggregazioni dei mestieri

Inclusione sociale, trasmissione d’impresa e valorizzazione di start up e attività emergenti

Pinerolo, l’artigianato guarda al futuro

Oltre 200 espositori qualificati per una manifestazione che si avvia ormai verso i 50 anni di vita

Ha lanciato il proprio sguardo al futuro, all’inclusione sociale, all’inserimento lavorativo dei giovani nel mondo del lavoro e alla trasmissione d’impresa la 43esima edizione della Rassegna dell’artigianato di Pinerolo che si è svolta dal 6 all’8 settembre sotto l’insegna «Liberi di creare» coinvolgendo più di 200 artigiani. La manifestazione è stata inaugurata dal Sindaco Luca Salvai di fronte allo storico Teatro sociale, preceduto nel suo intervento dal «Coro Sghembo» che unisce educatori e persone disabili in un progetto culturale di alto valore sociale. I componenti del coro sono, tra l’altro, stati coinvolti nei mesi scorsi insieme ad alcuni artigiani di territorio nella creazione di manufatti che sono stati messi in mostra durante la rassegna nella Chiesa di San Giuseppe.

 

Altra novità di quest’anno è stata «Artigianato al Fresco» che ha messo insieme alcune realtà che lavorano con i detenuti e che dentro l’ex caffè del Teatro sociale hanno potuto esporre creazioni e prodotti dell’economia carceraria provenienti da tutta Italia. All’insegna del binomio «arte e artigianato» si inserisce invece la seconda edizione della Biennale di scultura diffusa per valorizzare l’arte contemporanea, realizzata in collaborazione con la Galleria Losano e l’Associazione Arte e Cultura e che per il tema «La Natura che si riprende parti di città» ha portato all’esposizione di cinque grandi installazioni realizzate in acciaio e pietra locale. Il vero cuore della manifestazione è però stata, come sempre, piazza San Donato - fronte Duomo - dove sono state concentrate le aziende artigiane eccellenti selezionate dalla CNA e dalle altre Associazioni dell’artigianato in collaborazione con Camera di commercio e Regione Piemonte.

 

Si evidenzia, in modo particolare, l’esposizione curata da CNA con un padiglione dedicato alla moda che con l’insegna I Love It - mostra itinerante per la promozione del made in Italy - ha fatto esporre gli stilisti Regina Guasco, Ornella Rigoletti e Zaira Sessa; il padiglione dedicato al food con il Panificio Gmd Snc (prodotti da forno specifici per gli sportivi) e Turingianduja di Davide Appendino; il padiglione hi-tech con l’Ecobivacco della Mod.en Srl, le biciclette con geometria semi-reclinata della Pro design e la casa in legno di Giambattista Pomatto; il padiglione dedicato all’artigianato artistico, con BlaBla Colors restauro ligneo e la Bottega dello stregone di Stefano Burzio (lavorazione cuoio). All’inaugurazione erano presenti per CNA il Presidente e il Segretario provinciale Nicola Scarlatelli e Paolo Alberti; il Segretario regionale Filippo Provenzano; il responsabile di CNA Commercio Pinerolo Marco Barale e la responsabile della Sede territoriale di Pinerolo Rosalba Mendola. Di particolare interesse è stata, infine, il tour «Pinerolo Botteghe aperte» voluto dall’Amministrazione comunale che ha consentito di conoscere dal vivo alcuni artigiani emergenti e start up di territorio. Tra gli espositori storici si segnala l’immancabile presenza della Flor Art di Piera Sallen, Socia CNA di Villar Perosa (al.st).

Dall’alto in basso: la collettiva CNA Federmoda a marchio I Love IT con Zaira Sessa, Ornella Rigoletti, Nicola Scarlatelli, Paolo Alberti, Regina e Carlo Guasco; lo stand istituzionale della CNA con la responsabile della Sede territoriale di Pinerolo Rosalba Mendola; il maestro cioccolatiere Davide Appendino davanti al suo stand; la restauratrice Ioana Salceanu titolare di BlaBla Colors; alcune immagini tratte dal tour «Pinerolo Botteghe Aperte» organizzato dalla Città di Pinerolo (gli sci su misura di Baciaski, i bijoux di Chiara Rosino e le sculture di Andrea Challier)

Cookie Policy - CNA Editrice Srl, via Millio 26 - 10141 Torino | P.iva 07651210010 | Scrivi alla redazione  editrice@corriereartigiano.it