seguici su

Periodico web e cartaceo dell'Artigianato, del Commercio e della Piccola Industria

Novembre-dicembre 2019

Fondato nel 1946

Aggregazioni dei mestieri

Alle finali di Roma vince Parisi nella categoria imprese, seconda nelle scuole l’Engim

CreaBellezza, Piemonte «pigliatutto»

Le selezioni regionali a Pianezza con 12 team hanno aperto la strada ai campionissimi

È stato il Piemonte ad aggiudicarsi la finalissima a Roma del talent nazionale CreaBellezza 2019 nella categoria «professionisti», con il salone To.Be di Mariano Parisi, lo scorso 28 ottobre all’Accademia L’Oréal. Sempre al Piemonte è andato il secondo posto nella categoria «scuole e accademie», con il team dell’Engim Piemonte San Luca. Ad aggiudicarsi il primo premio per la categoria imprese è stato il team torinese formato da Giulia Barbuto (make up) e Giorgio Esposito (acconciatore) che si è ispirato al film «Guerrieri della notte», mentre sul podio per il settore «scuole e accademie» sono saliti gli stilisti toscani Olivia Maria Riondino e Giulia Isolani dell’Accademia Santini di Empoli che hanno interpretato Marlene Dietrich, seguiti a ruota dal team dell’Engim formato da Tanja Zivic (make up) e Andreaa Ionella Farauanu (acconciatore) che si sono ispirati al mito di Rossella O’hara in «Via col vento». A premiare primi e secondi classificati di entrambe le categorie sono stati Claudio Giovine, direttore della Divisione economica e sociale CNA, il Presidente nazionale di CNA Benessere e Sanità Antonio Stocchi, Perlita Vallasciani portavoce nazionale CNA Estetica e Morgan Visioli, portavoce nazionale CNA Acconciatura.

 

La finale romana è arrivata ad appena due settimane dalle selezioni regionali piemontesi che si sono svolte il 14 ottobre presso la sede di Pianezza dell’Istituto Salotto e Fiorito. Si sono alternati in pedana 12 team, espressione di due enti formativi (Engim di Torino e Salotto e Fiorito di Rivoli-Pianezza), una scuola di acconciatura (Cris corsi di Orbassano), una scuola di estetica (Bea-Beauty Esthetic Accademy di Rivalta) e un salone di acconciatura (To.Be di Mariano Parisi di Torino). Ad intervallare le performance dei team cinque letture «colte» di Savino Moscia tratte dal suo saggio «Spettinando Dante», opera che attraverso la rilettura della Divina Commedia di Dante Alighieri intende stimolare nel lettore il desiderio di conoscenza e di perfezionamento, alternate a brani musicali eseguiti alla viola da Anna Nelayeva uniti dal tema della femminilità e dell’immagine della donna così come è stata interpretata dai grandi maestri della musica classica, da Beethoven in avanti. A passare la selezione regionale sono stati i team del salone To.Be e dell’Engim. A selezionare i vincitori è stata una giuria composta da Daria Fabbri, acconciatrice; Lorella Pintus, make up artist e titolare di Lp Accademy Immagine & Portamento; Antonio Stocchi, Presidente nazionale CNA Benessere e Sanità; Pino Sciarrino, Presidente regionale CNA Benessere e Sanità; Simone Costa, make up artist e presieduta da Stocchi. Al talent erano presenti anche il Segretario di CNA Piemonte Filippo Provenzano e tutto il gruppo dirigente regionale di CNA Benessere (al.st).

In alto, i campioni della finale di Roma:

il salone To.Be di Mariano Parisi e il team Engim Piemonte. A fondo pagina, due immagini

delle selezioni regionali piemontesi a Pianezza: gli stilisti dei 12 team coinvolti i giurati

e gli organizzatori (credit, Virgilio Ardy)

Cookie Policy - CNA Editrice Srl, via Millio 26 - 10141 Torino | P.iva 07651210010 | Scrivi alla redazione  editrice@corriereartigiano.it